Giovani Democratici Velletri

         

Facciamoci portatori del cambiamento, votiamo alle Primarie!

In un periodo storico come quello attuale in cui un sentimento rabbioso accompagnato da sconforto e paura verso il domani, caratterizza un po' tutti noi che assistiamo, inermi, al declino di un Paese che nel bene e nel male non abbiamo mai smesso di amare, è molto difficile credere che una politica con la P maiuscola sia ancora qualcosa di concreto e realizzabile. In Italia corruzione e malaffare ci sono sempre stati, ma è chiaro che uniti alla grave crisi economica mondiale, provocano un effetto amplificato sul cittadino chiamato a compiere sacrifici per salvare il Paese, senza che questi però viaggino di pari passo con quelle riforme tanto auspicate, le quali avrebbero si un'incidenza positiva sulla spesa pubblica, ma più che altro servirebbero a dare l'esempio, a fornire quella consapevolezza di vivere in un Paese giusto.
In questo quadro di incertezza che coinvolge tutti, dagli studenti ai pensionati, sono emersi movimenti che sfruttano l'attuale debolezza delle Istituzioni per farsi largo nella società. Movimenti, alcuni proprio incostituzionali in quanto palesemente inneggianti al fascismo, come Casa Pound, che per questo vanno subito estromessi dagli spazi pubblici di proprietà delle Istituzioni della Repubblica Italiana, la quale, lo ricordiamo per chi ancora non riesce a farsene una ragione, è costituzionalmente proprio antifascista, e movimenti politci, come il M5S, che invece propongono la politica del diverso dagli altri visti come "tutti uguali" e questo basta loro ad acquisire consenso, perchè la protesta, si sa, è immediata e paga subito, al contrario della proposta, che va attuata e porta frutti nel medio termine.
Intendiamoci "chi è senza peccato, scagli la prima pietra", nel senso che in tutto questo la responsabilità più grande è della mala politica, che si è impossessata di ogni tipo di Istituzione esistente. Guardiamo la Regione Lazio: era governata dal centrodestra è vero, ma nei fatti gravi che l'hanno investita, probabilmente la responsabilità politica maggiore è del centrosinistra, che all'opposizione non ha vigilato a dovere sul buon andamento della macchina amministrativa, finendo col rendersi complice di un sistema marcio che ha accomunato tutti dal punto di vista politico e ha concesso un'autostrada a quei movimenti di protesta di cui sopra, incrementando incertezza e sfiducia verso la politica, i partiti, le istituzioni.
Poi guardi i fatti degli ultimi giorni e noti con piacere che studenti e docenti sono tornati dalla stessa parte in difesa della scuola pubblica, falcidiata dai tagli di governi che hanno sempre avuto un debole per gli istituti privati, e ora occupano inseme, pronti anche a scendere in piazza. Il segno di un risveglio dopo lunghi anni di torpore.
Noi pensiamo che da tutto questo se ne esca solo stando tutti insieme e solo con la Politica, quella seria e veritiera, quella fatta di pochissimi spot e molta sostanza, quella che non vende illusioni e non promette sogni, ma nasce tra la gente per coinvolgerla in un progetto concretamente realizzabile. Una sfida che il Partito Democratico e tutto il Centrosinistra hanno saputo cogliere con coraggio, organizzando le Primarie del 25 novembre. Un appuntamento importante per dire che un'altra Italia è possibile, a prescindere da chi le vincerà; un appuntamento che è fortemente ancorato ad un progetto di fondo già definito, con delle proposte chiare e precise dalle quali partire e con le quali incalzare l'antipolitica non sul chi, ma sul come guidare l'Italia nei prossimi anni. Esserci è la vera rivoluzione, quella che ti fa dire "ci credo ancora e ci metto la faccia, perchè l'Italia che ho in mente io è tutta un'altra storia".

Giovani Democratici Velletri - Via Guido Nati, 38 00049 Velletri RM - Tel. 069637433